CHI SIAMO

 Terra Nostra

nasce come associazione culturale,tesa allo studio ma altresì all’intervento riguardo alle tematiche che attengono alla nostra realtà territoriale. La nostra accezione di cultura è legata ad una concezione globale della vita a cui nulla dell’esistenza è alieno e si esprime in maniera volontaristica. L’associazione ha indetto incontri su temi ambientali quali la presenza delle cave sui Monti Tifatini. Su questo tema caldo della realtà casertana gli interventi sono continui,tesi a creare attenzione per la questione dei siti estrattivi. Appelli,articoli,interviste,convegni si moltiplicano rinfocolando le passioni sopite da tempo. Terra Nostra ha rivolto un invito ai politici casertani per un impegno serio contro le cave,tutti i maggiorenti della politica locale sono stati interpellati. Non sono mancate le polemiche come la mancata concessione della sala da parte del comune per una conferenza e relativo sit-in dei militanti. Attualmente Terra Nostra è impegnata in un progetto educativo per la cultura ambientale ma sono in cantiere altri eventi,quali una conferenza dibattito sulla cultura urbana e le speculazioni edilizie,un incontro con gli operatori commerciali,un’escursione sulle tracce degli antichi sentieri dei Tifatini ed altro. In sintesi possiamo dire che TERRA NOSTRA crede nella rinascita del popolo meridionale contro il miserabilismo che tenta di avvilirlo e la globalizzazione che lo vuole appiattire nel grande amalgama indifferenziato.

 

 
 

 

 

 

 

 Cosa crediamo

 

Terra Nostra

crede che l’avvenire appartiene a chi ha la memoria più lunga e promuove ogni azione a difesa della nostra storia, perché solo il saldo ancoraggio delle proprie radici garantisce ad una comunità il vero progresso.

Il sistema per distruggere i popoli si avvale dell’annientamento sistematico di ogni retaggio al fine di plasmare docili volontà.

La coscienza di cittadino si rafforza nella continuità ideale delle generazioni e nella fierezza del patrimonio ereditato.

                               

   

CI BATTIAMO

 Terra Nostra

SI BATTE: per la tutela del territorio che rappresenta elemento essenziale per una buona qualità della vita ma anche componente primaria della nostra civiltà;

Per il paesaggio naturale che è parte integrante della nostra anima ed influisce nella nostra psiche;

Per preservare l’ambiente che è fondamentale per la nostra vita e per la continuità delle generazioni.

Ma questo non vuol dire che la realtà cittadina deve costituire qualcosa d’altro rispetto alle aree non urbanizzate.

L’era delle metropoli alveari è ormai al tramonto ed ovunque sorge l’esigenza di armonia e di rispetto della natura dentro e fuori le mura della polis.

La città deve essere riorganizzata fuori dagli asfissianti schemi speculativi e la comunità deve ritrovare i suoi giusti diritti contro gli egoismi affaristici.

 

 

Terra Nostra

Intende la politica come servizio svolto a favore e per conto della comunità contro le camarille affaristiche che a nessuno rispondono e che hanno trasformato ogni rapporto civico in tornaconto personale.

Allo stesso tempo si oppone agli intellettualismi di ogni tipo, alle ideologie astratte e mondialiste pronte a svendere gli interessi veri del popolo in nome di demagogie a buon mercato.

In questa ottica ci si deve formare una nuova concezione della politica attenta ai bisogni della comunità e capace di guardare al futuro con spirito costruttivo rispetto alle sfide del nuovo millennio

 

 

 

Terra Nostra

crede fortemente al grande tesoro di bellezze naturali ed architettoniche custodito dalla nostra città, dalla nostra regione e da tutto il meridione, ritiene che la valorizzazione di esso rappresenti il futuro per la nostra economia.

L'Associazione crede che l'arte e l'ambiente rappresentino un volano essenziale per quel ceto commerciale ed imprenditoriale che oggi vive le difficoltà della congiuntura economica in maniera gravosa.

Il nostro impegno è diretto alla valorizzazione ed alla riqualificazione dell’ambiente e del patrimonio artistico che sono elementi propedeutici al rilancio economico che unito all’altra grande risorsa costituita dall’agricoltura riconducono alla terra madre.

Le attività di quest’ultimo settore meritano particolare attenzione rispetto all’oblio in cui gli ultimi tempi l’hanno relegata, con studi e approfondimenti sugli istituti premiali specificati ad opera della UE.

Sempre per lo sviluppo compatibile riteniamo essenziale privilegiare le fonti energetiche alternative (eoliche e solari) capaci di assicurare la nostra autonomia nel settore, preservando l’ecosistema dai guasti dell’inquinamento.